Print Friendly, PDF & Email

Nonostante la pandemia in corso, è arrivato puntuale come ogni anno il Black Friday, atteso questa volta come un venerdì davvero “nero” dagli ambientalisti, preoccupati dall’impatto che un volume di spedizioni così importante potrà generare sull’ambiente. 

E non è un caso se proprio oggi ShippyPro, piattaforma per la gestione delle spedizioni, tracking e resi degli ordini, ha deciso di presentare la Premium API “CO2 Impact” dedicata ai propri clienti Enterprise. Grazie all’API, con un’unica chiamata i clienti di ShippyPro saranno infatti in grado di calcolare l’impatto ambientale delle proprie spedizioni effettuate con oltre 120 corrieri e raccogliere così dati utili a supportare una strategia aziendale sostenibile. 

“Le imprese stanno affrontando in questo ultimo anno una domanda sempre crescente di consegna prodotti ai propri clienti, da evadere nel modo migliore e più veloce possibile, e così ogni giorno milioni di pacchetti singoli viaggiano singolarmente per migliaia di km per accontentare ogni acquirente – ha commentato Francesco Borghi, CEO di ShippyPro – Poiché la nostra missione da sempre è quella di combinare semplicità e innovazione per rendere queste spedizioni sempre più accessibili, ci siamo messi a studiare le varie fasi della consegna e ci siamo accorti che l’impatto sull’ambiente di ogni singolo pacchetto consegnato può produrre è molto migliorabile. Da qui l’API CO2 Impact, che permette al merchant di calcolare le emissioni di CO2 di ciascuna spedizione effettuata e prendere così decisioni più consapevoli in merito alla propria supply chain”. 

L’API consente infatti di ottenere un Report sulla propria sostenibilità, di elaborare una strategia aziendale più eco-sostenibile, supportata da decisioni basate su dati reali, e quindi di condividere il proprio impegno per un futuro sostenibile con i propri clienti. 

“Prendiamo molto seriamente il nostro impegno verso l’ambiente e da sempre privilegiamo accordi con aziende che condividano il nostro stesso approprio verso l’ambiente – ha aggiunto Francesco Borghi – Abbiamo rigide politiche eco-friendly e pensiamo sempre in modo sostenibile: solo a  titolo di esempio, a inizio 2020 abbiamo ridotto la nostra impronta ecologica con un progetto di restyling eco-sostenibile per la nostra sede nel cuore di Firenze. Questa sfida stimola e coinvolge tutto il nostro team”.

L’obiettivo primario è quello di puntare quindi a semplificare la supply chain degli ordini di viaggio, a partire dal checkout fino alla consegna al cliente finale. E questo è reso possibile grazie a una piattaforma che consente ai merchant di collegare i propri canali di vendita ai corrieri per gestire gli ordini da un’unica interfaccia.

“ShippyPro intende portare l’Innovazione e la sostenibilità nel mondo delle spedizioni aiutando le aziende a ottenere prestazioni migliori, i clienti a vivere meglio e il pianeta a beneficiarne in salute –  ha concluso Francesco Borghi – Vogliamo diventare un elemento centrale dell’ecosistema e-commerce e rendere il settore sostenibile in ogni suo aspetto. Ci stiamo preparando ad aiutare le aziende nella prossima sfida della green revolution nella logistica”. 

Share Button

No Banner to display