No Banner to display

Print Friendly, PDF & Email

A giugno 2022 si stima una flessione congiunturale per le vendite al dettaglio. Le vendite dei beni non alimentari diminuiscono sia in valore sia in volume, mentre per i beni alimentari si registra un aumento in valore e una diminuzione in volume.

Nel secondo trimestre 2022, in termini congiunturali, le vendite al dettaglio crescono in valore e calano leggermente in volume. Le vendite dei beni non alimentari sono in aumento, mentre quelle dei beni alimentari aumentano in valore e diminuiscono in volume.

Su base tendenziale, a giugno 2022, le vendite al dettaglio aumentano dell’1,4% in valore e diminuiscono del 3,8% in volume. Sono in diminuzione le vendite dei beni non alimentari mentre quelle dei beni alimentari registrano un aumento in valore e una diminuzione in volume.

Per quanto riguarda i beni non alimentari, si registrano variazioni tendenziali eterogenee per i gruppi di prodotti. Gli aumenti maggiori riguardano Prodotti di profumeria, cura della persona e Prodotti farmaceutici, mentre le flessioni più marcate si evidenziano per Elettrodomestici, radio, tv e registratori e Dotazioni per l’informatica, telecomunicazioni, telefonia.

Rispetto a giugno 2021, il valore delle vendite al dettaglio cresce per la grande distribuzione e diminuisce per le imprese operanti su piccole superfici. Le vendite al di fuori dei negozi aumentano lievemente mentre si registra un calo per il commercio elettronico.

Share Button

No Banner to display