No Banner to display

Print Friendly, PDF & Email

Volvo Cars ha registrato un fatturato e una redditività elevati di tutti i tempi per l’intero anno 2021. La domanda di auto dell’azienda è rimasta forte con vendite di unità in crescita, nonostante la persistente carenza di forniture di componenti nell’industria automobilistica. I ricavi della società per il 2021 sono stati pari a 282 miliardi di corone svedesi, in aumento rispetto ai 262,8 miliardi di corone svedesi nel 2020. Ha registrato un reddito operativo di 20,3 miliardi di corone svedesi per l’anno, in aumento rispetto agli 8,5 miliardi di corone svedesi nell’anno del Covid-19 che ha influenzato il 2020. Il margine operativo per il periodo era del 7,2%.

“Il 2021 è stato un anno di cui essere orgogliosi per Volvo Cars. Nonostante la persistente carenza di forniture di componenti nel settore automobilistico, abbiamo aumentato la quota di mercato a livello globale e ottenuto ricavi e redditività elevati di tutti i tempi”, ha affermato Håkan Samuelsson, amministratore delegato di Volvo Cars.

Il rapporto intermedio per il quarto trimestre 2021, che può essere trovato qui, mostra che i ricavi sono stati di 80,1 miliardi di corone svedesi, in calo del 6% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. La domanda e l’assunzione di ordini sono rimaste forti, ma la produzione è stata contenuta. L’effetto negativo dei volumi è stato compensato da una forte realizzazione dei prezzi e da uno spostamento verso modelli ad alto margine. D’altra parte, la quota di proventi in joint venture e collegate ha ridotto il reddito operativo, trainato principalmente da affiliate strategiche come Polestar, dove i costi sono stati sostenuti nella loro fase di sviluppo iniziale e un cambiamento nel trattamento contabile relativo alle attività fiscali differite. L’utile operativo è stato di 3,7 miliardi di corone svedesi nel trimestre, con un margine operativo del 4,6%. Escludendo la quota di reddito da joint venture e società collegate, il margine EBIT è stato del 7,1%. I volumi di vendita nel quarto trimestre sono diminuiti del 20% rispetto allo stesso periodo del 2020. La gamma elettrificata dell’azienda ha continuato a essere apprezzata dai clienti e i modelli Recharge hanno rappresentato il 34% del volume globale nel quarto trimestre. Le ibride plug-in hanno rappresentato il 28% dei volumi, mentre le auto completamente elettriche hanno rappresentato il 6% delle vendite totali nel quarto trimestre. La quota di auto completamente elettriche come parte delle vendite totali continuerà a crescere poiché Volvo Cars aumenterà la capacità di produzione annuale di auto completamente elettriche a 150.000 auto dopo l’estate e, per l’intero anno 2022, l’azienda prevede che tale quota sarà più che raddoppiata rispetto all’intero anno 2021. Guardando al futuro, l’incertezza è ancora alta. Sebbene la carenza di componenti si sia in qualche modo attenuata, la catena di approvvigionamento dovrebbe rimanere un fattore di contenimento. Allo stesso tempo, Volvo Cars continua a vedere una forte domanda da parte dei clienti e prevede che le auto elettriche cresceranno più velocemente del mercato generale. Ciò dovrebbe consentire all’azienda di continuare ad aumentare il volume delle vendite nel 2022.

Share Button

No Banner to display