[wp_bannerize group="Single Post Top" random="1" limit="1"]
Print Friendly, PDF & Email

UltiMaker ha annunciato il lancio di UltiMaker S7, l’ultima entrata nella serie di stampanti 3D “S” più vendute dell’azienda. UltiMaker S7 introduce una gamma di nuove funzionalità progettate per la facilità d’uso e l’affidabilità di stampa. Una nuova piastra di costruzione flessibile rende la rimozione delle stampe un gioco da ragazzi e l’Air Manager integrato filtra fino al 95% delle UFP e migliora la regolazione della temperatura. L’S7 presenta anche un livellamento automatico del letto migliorato per un’adesione affidabile del primo strato.

“Oltre 25.000 clienti innovano ogni giorno con la UltiMaker S5, rendendo la pluripremiata macchina una delle stampanti 3D professionali più utilizzate sul mercato. Con la S7, abbiamo preso tutto ciò che i nostri clienti amavano della S5 e l’abbiamo resa ancora migliore.” Nadav Goshen, CEO di UltiMaker Vista webcam UMS7 Vista UMS7 Air Manager Il partner materiale, igus, che mira a fornire materiali plastici per una maggiore durata, ha avuto l’opportunità di vedere in anteprima l’S7 e testare il sistema.

Il loro ingegnere di sviluppo AM, Niklas Eutebach, afferma: “Abbiamo visto che il nuovo sistema di livellamento del letto sulla S7 ci aiuta davvero a stampare parti molto precise con le giuste proprietà meccaniche utilizzando i nostri materiali”.

I progressi nella regolazione della temperatura sulla S7 consentono agli utenti di sfruttare l’ampio volume di costruzione di 330 x 240 x 300 mm, con una precisione affidabile dal primo all’ultimo strato stampato. La piastra flessibile consente inoltre una facile rimozione delle parti dopo la stampa, riducendo la manodopera in modo che gli utenti possano dedicarsi ad altre attività.

Anche Luke Taylor, Marketing Manager di Polymaker ha avuto la possibilità di testare la S7 con un’applicazione reale del cliente, stampando uno stampo in fibra di carbonio per lo spoiler di un’auto da corsa. “Questa parte è grande quasi quanto puoi stampare sull’S7”, spiega. “Ha alcuni spigoli vivi, quindi ho pensato che avremmo potuto testare l’adesione alla nuova piastra flessibile e vedere come funziona il nostro materiale CoPA con una parte così grande.

La S7 sarà compatibile con l’ecosistema UltiMaker di oltre 200 materiali e offre una perfetta integrazione con il software leader del settore, UltiMaker Cura, stampa facile con la più ampia gamma di materiali sul mercato e supporto dedicato al successo dei clienti. “Di tutti gli ecosistemi disponibili, l’ecosistema UltiMaker è il più completo”, afferma Taylor. “UltiMaker S7 è un’aggiunta fantastica alla nostra serie di stampanti S. Poiché sempre più clienti utilizzano la stampa 3D per crescere e innovare la propria attività, il nostro obiettivo è fornire loro una soluzione completa per avere successo.

Con la nuova S7, i clienti può essere configurato e avviato in pochi minuti: gestendo stampanti, utenti e progetti con il nostro software Digital Factory, migliorando le loro conoscenze sulla stampa 3D con corsi di e-learning su UltiMaker Academy e scegliendo tra centinaia di materiali e plug-in utilizzando UltiMaker Cura Marketplace. ” Nadav Goshen, CEO di UltiMaker Con S7 ProBundle, gli utenti possono anche accoppiare S7 con UltiMaker Material Station per stampare con un massimo di sei bobine con cambio automatico del materiale e controllo dell’umidità.

Share Button
[wp_bannerize group="Single post bottom" random="1" limit="1"]