Print Friendly, PDF & Email

La rete interamente in fibra ottica di Open Fiber illuminerà la città di Pinerolo, nota cittadina piemontese ai piedi delle Alpi Cozie, che potrà così beneficiare di tutti i servizi innovativi disponibili sul web: la società guidata da Elisabetta Ripa ha siglato la convenzione con il comune e investirà circa 5 milioni di euro per collegare, attraverso un’infrastruttura in modalità FTTH, circa 14mila mila unità immobiliari alla banda ultra larga. 

Gli interventi di Open Fiber partiranno nel mese di giugno e dureranno circa 18 mesi a cominciare dall’area nord est della città dove verrà installato anche il POP, ossia la centrale che accenderà l’intera rete cittadina. La convenzione stabilisce le modalità di scavo e ripristino per la posa della fibra, come previsto dal decreto ministeriale del 2013. Circa il 50% dell’opera sarà eseguito mediante il riutilizzo di cavidotti e reti sotterranee o aeree già esistenti, mentre gli scavi saranno effettuati privilegiando modalità innovative e a basso impatto ambientale.

 “Questo progetto cambierà la vita dei cittadini pinerolesi– sottolinea Antonio Chiesa, Regional Manager di Open Fiber – consegnando loro un’infrastruttura a prova di futuro. Siamo contenti di avviare anche qui la realizzazione di una rete ultraveloce e a bassa latenza che garantirà a cittadini e alle imprese di poter usufruire dei servizi di ultima generazione, come l’Internet of Things, il cloud computing, lo streaming online e in 4K, oltre ad assicurare ai lavoratori la possibilità di essere in smart working e agli studenti di poter usufruire degli strumenti della didattica a distanza, esigenze diventate assolutamente necessarie in questi mesi di emergenza Covid-19. Ringrazio l’Amministrazione Comunale per il grande impegno profuso per portare la nostra fibra FTTH in città”.

Il cantiere in partenza a Pinerolo rafforza ancora il ruolo di Open Fiber come grande player infrastrutturale della Regione Piemonte e, nello specifico, dell’hinterland torinese. La società ha già investito infatti oltre 40 milioni di euro per cablare 132mila unità immobiliari dell’area metropolitana di Torino. Il piano di sviluppo si completa con il progetto legato al bando pubblico per le aree bianche, di cui Open Fiber è concessionaria, che vede interessati oltre 1.000 comuni del Piemonte.

Share Button