Print Friendly, PDF & Email

Electrolux ha diffuso i dati finanziari relativi al quarto trimestre e all’intero esercizio 2021. Nell’intero anno 2021, la forte esecuzione dei prezzi e l’interessante offerta di prodotti e marchi hanno portato a vendite nette record di 125.631 milioni di corone svedesi, utile operativo esclusi elementi non ricorrenti di 7.528 milioni di corone svedesi e margine operativo escl. componenti non ricorrenti del 6%.
Il Reddito del periodo esclusi gli elementi non ricorrenti sono stati di 5.220 milioni di corone svedesi.
Nel quarto trimestre 2021, le vendite nette sono state pari a 35.372 milioni di corone svedesi e l’utile operativo a 882 milioni di corone svedesi, corrispondenti a un margine del 2,5%. L’utile del periodo è stato di 596 milioni di corone svedesi e l’utile per azione è stato di 2,09 corone svedesi. Il flusso di cassa operativo dopo gli investimenti è stato di 2.103 milioni di corone svedesi.

Il Presidente e CEO Jonas Samuelson ha commentato: “Sono orgoglioso di ciò che abbiamo ottenuto nel 2021. Abbiamo registrato vendite e guadagni record e raggiunto o superato tutti i nostri obiettivi finanziari attraverso un’offerta di prodotti e marchi allettanti e abbiamo compensato con successo una significativa inflazione dei costi attraverso una forte esecuzione dei prezzi. Nel 2021, la crescita delle vendite è stata del 14,3%, margine operativo escl. componenti non ricorrenti 6,0% e rendimento del patrimonio netto 28,5%. Un altro risultato importante è stato che già quest’anno abbiamo quasi raggiunto il nostro obiettivo climatico 2025 basato sulla scienza per le nostre operazioni: ridurre le emissioni di CO2 dell’80%. Il secondo anno della pandemia ha presentato diverse opportunità e sfide: aumentare la produzione per soddisfare la forte domanda, gestendo al contempo i prezzi dei materiali di input più elevati e i vincoli della catena di approvvigionamento globale. Nel quarto trimestre, questi vincoli hanno comportato costi significativamente più elevati per la logistica espressa e gli acquisti spot rispetto a un livello già elevato nel terzo trimestre e hanno avuto un impatto simile per quanto riguarda la produzione di produzione pianificata. Nonostante ciò, sono lieto di come siamo riusciti ad aumentare le vendite dei nostri prodotti con margini più elevati e di aver avviato l’aumento di tre stabilimenti aggiuntivi, oltre ai due già operativi nell’ambito del nostro programma di investimenti di reingegnerizzazione da 8 miliardi di corone svedesi. La crescita delle vendite nel quarto trimestre è stata del 4,9% e il margine operativo escl. le componenti non ricorrenti è stata del 4,5%. Guardando al 2022, prevediamo che i livelli della domanda saranno al di sopra dei livelli pre-pandemia, poiché è probabile che le persone continuino a investire nelle loro case. Valutiamo che la domanda del mercato in termini di valore aumenterà in tutte le regioni nel 2022. Tuttavia, rispetto ai forti livelli del 2021, non prevediamo una crescita della domanda in termini di unità in tutte le regioni. Si prevede che i vincoli della catena di approvvigionamento globale continueranno a incidere sulla capacità del settore di soddisfare pienamente la domanda. Stiamo collaborando a stretto contatto con i nostri fornitori per mitigare questi vincoli, ma stimiamo che il primo trimestre sarà impegnativo almeno quanto il quarto trimestre 2021, con rischi significativi di interruzioni legate alla recrudescenza del coronavirus. Prevediamo miglioramenti sequenziali a partire dalla metà del 2022. Nel 2021, il contributo volume/prezzo/mix al reddito operativo è stato di quasi 9 miliardi di corone svedesi. Prevediamo che questo contributo organico anno su anno sarà ancora più elevato nel 2022, principalmente guidato dal prezzo ma anche dall’aumento delle vendite di prodotti innovativi ad alto margine e soluzioni aftermarket. Per l’intero anno 2022, si stima che il prezzo compensi completamente l’inflazione dei costi, principalmente nelle materie prime, nei componenti elettronici e nella logistica. Negli ultimi quattro anni abbiamo compensato questo tipo di inflazione dei costi con il prezzo. Data la recente accelerazione dell’inflazione dei costi, stiamo implementando ulteriori aumenti dei prezzi all’inizio del 2022. Tuttavia, a causa delle differenze temporali, prevediamo che i prezzi compenseranno solo in parte l’inflazione dei costi nel primo trimestre. L’efficienza dei costi nel 2022 dovrebbe essere complessivamente negativa, poiché i benefici significativi del programma di reingegnerizzazione sono più che compensati dall’inflazione dei costi su logistica e componenti. Il 2022 sarà l’anno di lancio del prodotto più intenso di sempre, in parte reso possibile dal nostro programma di reingegnerizzazione. Questo ci dà fiducia che la domanda dei consumatori per i nostri prodotti rimarrà sana e ci fornisce un’ottima piattaforma per guidare i miglioramenti del mix. Intendiamo investire di più in innovazione e marketing per supportare questi lanci. Negli ultimi anni, i miglioramenti del mix hanno contribuito in media a 1 miliardo di corone svedesi al reddito operativo. Oltre alla distribuzione in contanti totale di 25 corone svedesi per azione pagata nel 2021, nel quarto trimestre sono state riacquistate oltre 4,3 milioni di azioni, corrispondenti all’1,4% del totale delle azioni. Come precedentemente comunicato, è intenzione del Consiglio proseguire nel tempo con gli acquisti di azioni proprie. In linea con ciò, il Consiglio ha annunciato oggi l’intenzione di procedere con un nuovo programma di riacquisto di azioni dopo l’AGM 2022 per un importo di circa 2,5 miliardi di corone svedesi. La maggiore distribuzione agli azionisti sottolinea l’efficienza e la flessibilità con cui Electrolux ha gestito la volatilità del mercato durante i due anni della pandemia. Vorrei quindi cogliere l’occasione per ringraziare calorosamente tutti i miei colleghi per il loro duro e diligente lavoro. Mentre la pandemia continua nel 2022, continueremo a creare valore, in modo sicuro e sostenibile”.

Share Button

No Banner to display