Print Friendly, PDF & Email

TIM si conferma protagonista nell’innovazione e nello sviluppo di reti e servizi di nuova generazione a Trento e offre con l’offerta Magnifica collegamenti ultrabroadand in fibra ottica FTTH su rete XGS-PON , moltiplicando di 10 volte la velocità consentita dall’attuale rete GPON di TIM.

Magnifica prevede una connessione con velocità fino a 10 Gbps in download e 2 Gbps in upload. La soluzione tecnologica TIM TS+ garantisce una connessione potente, stabile e sicura in ogni angolo della casa, grazie al WiFi6 abbinato alla certificazione dei tecnici TIM, all’ottimizzazione del segnale e al servizio Safe Web Plus esteso anche a tutte le SIM della famiglia.

Magnifica prevede, inoltre, un’assistenza dedicata con accesso prioritario al Servizio Clienti 187 e ai negozi TIM.  In famiglia si potranno utilizzare simultaneamente diversi device e seguire in alta definizione i contenuti di intrattenimento come calcio e serie tv preferite, effettuare videoconferenze, sfidarsi on line con il gaming del momento, oltre a gestire la domotica attraverso dispositivi con assistenza vocale.

Questa iniziativa fa seguito allo swich off dal rame alla fibra FTTH avviato sulla centrale di Mattarello, a sud della città, a conferma della centralità che riveste la città di Trento per TIM nello sviluppo di tecnologie innovative che facciano da apripista del processo di digitalizzazione del Paese.

A Mattarello, infatti, è in corso lo spegnimento della rete in rame di TIM. Si tratta della prima centrale a livello nazionale interamente cablata in fibra con tecnologia Fiber to the home, nella quale tutta la clientela sta gradualmente migrando sulla nuova rete. Questo progetto, condotto in sinergia con la Provincia Autonoma e il Comune di Trento, ha l’obiettivo di aprire una nuova fase del processo di digitalizzazione del territorio. Ad oggi una larga fascia della clientela attestata sulla centrale di Mattarello ha già scelto di dotarsi di un collegamento con la fibra superveloce, grazie allo sviluppo di un modello virtuoso di collaborazione tra istituzioni, imprese e associazioni, al fine di accelerare la digitalizzazione e dare ulteriore impulso alla crescita dell’economica locale favorendo l’adozione delle migliori tecnologie. In quest’ottica, TIM e le amministrazioni locali daranno ulteriore impulso al passaggio ai servizi ultrabroadband di tutti i clienti serviti da questa infrastruttura, inclusi quelli di altri operatori, attraverso apposite azioni finalizzate ad informare i cittadini e promuovere nella comunità i benefici che derivano dall’adozione delle nuove tecnologie, che consentono un notevole incremento della qualità del servizio.

“La digitalizzazione del Trentino e, in particolare, del suo capoluogo, è una priorità per la nostra azienda – dichiara Gianni Crocetti, responsabile Operations Area Nord Est di TIM–. Un impegno testimoniato dagli ingenti investimenti fatti per portare l’innovazione tecnologica sul territorio, particolarmente fertile per questo tipo di iniziative, anche grazie ad un modello di collaborazione pubblico-privato che rappresenta un esempio virtuoso a livello nazionale. Abbiamo iniziato proprio da Trento, dalla centrale di Mattarello, a spegnere la rete in rame a favore della fibra ottica ultraveloce ed ora siamo particolarmente orgogliosi di lanciare con Magnifica la nuova Fibra di TIM fino a 10 volte più veloce e far provare a cittadini e imprese le tecnologie di ultimissima generazione”.

Il sindaco di Trento Franco Ianeselli commenta così i progetti di TIM per il capoluogo: “Gli investimenti di TIM sul territorio del comune rispondono a un’esigenza diffusa: infatti, in seguito alla pandemia, avere a casa una connessione veloce è diventato imprescindibile non solo per guardare la tv o per giocare, ma per attività fondamentali come lo smart working, la didattica a distanza, le riunioni di varia natura, che sono sempre più spesso online. Inoltre c’è da aggiungere che  l’iniziativa di TIM dà un grande impulso al nostro progetto Smart city, che mira a facilitare la vita ai cittadini, a portare i servizi dentro il computer di casa, a portata di click. Speriamo dunque che la nuova fibra possa raggiungere presto tutti i quartieri, in modo da far sì che Trento diventi una città modello di quella transizione digitale che dovrà coinvolgere tutto il Paese. In questo modo, Trento potrà anche diventare attrattiva per i sempre più numerosi nomadi digitali, che potrebbero scegliere la nostra città non solo per la qualità della vita ma anche per la presenza di reti e servizi di nuova generazione”.

Share Button