Print Friendly, PDF & Email

Nell’ambito della nona edizione del Congresso mondiale Smart City Expo, oggi SEAT ha presentato un importante passo avanti nella sua strategia di mobilità urbana con un triplo annuncio: la creazione di una nuova unità operativa strategica, SEAT Urban Mobility, la presentazione del suo nuovo e -Il concetto di Kickcooter e il primo concetto di e-Scooter elettrico di sempre nei quasi 70 anni di storia dell’azienda.

Questa nuova unità di business integrerà tutti i prodotti, i servizi e le soluzioni di mobilità basate su piattaforma ed è destinata a lanciare sul mercato l’e-Scooter nel 2020. Inoltre, il nuovo concetto di e-Kickscooter sarà incluso in questa unità e completerà il portafoglio che è iniziato con SEAT EXS nel 2018. La gamma di prodotti è progettata per i clienti finali, nonché per le flotte e i servizi di condivisione.

A questo proposito, SEAT Urban Mobility continuerà a collaborare con i rappresentanti delle città e della pubblica amministrazione per analizzare l’idoneità di un veicolo che è stato progettato per la mobilità urbana come il concetto di SEAT Minimó, presentato all’ultima edizione del Mobile World Congress .

SEAT Urban Mobility integrerà anche Respiro, la piattaforma di car sharing che attualmente opera a Madrid e da poco nella città di L’Hospitalet de Llobregat. Respiro ha una flotta di veicoli sostenibili che funzionano a gas naturale compresso e presto saranno affiancati dal nuovo Mii elettrico. La nuova business unit gestirà anche il servizio di kicksharing offerto da SEAT in collaborazione con l’UFO start-up e sarà abilitato da SEAT: CODE, il nuovo centro di sviluppo software della società.

Il presidente di SEAT Luca de Meo ha sottolineato che “questa unità aziendale strategica ci consentirà di concentrare i nostri sforzi sulle nuove esigenze di mobilità dell’utente. SEAT è il centro di competenza della micromobilità per il Gruppo Volkswagen e ciò significa sviluppare prodotti appositamente progettati per tutti i marchi del Gruppo, non solo per SEAT. Inoltre, forniremo anche servizi e soluzioni per clienti privati ​​e per flotte. “

SEAT ha presentato il suo concetto di e-Scooter completamente elettrico con un design compatto basato su forme geometriche stilizzate. La versione finale della moto verrà infine commercializzata nel 2020 e sarà disponibile sia per gli utenti privati ​​che per le flotte di servizi condivisi. SEAT ha un accordo di collaborazione con Silence, produttore di scooter con sede a Barcellona, ​​che li costruirà nelle sue strutture a Molins de Rei, a metà strada tra Barcellona e Martorell.

Il nuovo Responsabile della mobilità urbana di SEAT, Lucas Casasnovas, ha dichiarato che “miriamo a diventare un alleato per le città e il concetto di e-scooter SEAT è la risposta alla domanda pubblica di mobilità più agile. La nostra collaborazione con Silence è un esempio di come la cooperazione tra i partner ci consente di essere più efficienti. “

Il concetto di e-Scooter è dotato di un motore da 7 kW con una velocità di picco di 11 kW, equivalente a 125 cc, che fornisce una coppia istantanea del motore di 240 Nm. Lo scooter raggiunge una velocità massima di 100 km / h, sufficiente per accelerare a 50 km/h in soli 3,8 secondi. Inoltre, la sua autonomia su una singola carica ammonta a 115 chilometri, secondo i risultati dei test WMTC.

La batteria può essere rimossa e caricata facilmente nelle stazioni di ricarica domestiche o pubbliche a un costo stimato per tutti i clienti di soli 0,70 euro per ogni 100 chilometri. Inoltre, il concetto di e-Scooter ha spazio sufficiente per due caschi sotto il sedile, è collegato e gli utenti possono monitorare il livello di carica della batteria o la posizione tramite un’app mobile.

La società ha anche presentato un concept del suo e-Kickscooter di nuova generazione al Congresso mondiale Smart City Expo. Questa nuova versione offre un’autonomia fino a 65 km, due sistemi frenanti indipendenti e una batteria di capacità molto più elevata che raggiunge i 551 Wh. Le vendite della versione attuale, la SEAT EXS presentata nel 2018, hanno totalizzato oltre 10.000 unità.

SEAT ha anche presentato l’iniziativa DGT 3.0 al proprio stand fieristico al Congresso, un progetto pilota in collaborazione con l’autorità spagnola per il traffico che consente alle auto di comunicare in tempo reale con semafori e pannelli di messaggi autostradali con l’obiettivo principale di migliorare i flussi di traffico e stradali sicurezza, nonché l’esperienza dell’utente durante la guida.

Negli ultimi anni, SEAT ha costantemente intensificato il suo impegno per la mobilità urbana e ora è una business unit chiave per l’azienda, a partire dall’acquisto di Respiro, il lancio dell’e-Kickscooter, il concetto di SEAT Minimó e ora la presentazione del primo concetto di e-scooter nella storia del marchio. Lo Smart World Expo World Congress, che si terrà da oggi fino al prossimo giovedì a Barcellona, ​​fa da sfondo alle ultime novità SEAT.

Share Button