Print Friendly, PDF & Email

“It’s time to take action to create a better future”. Il pianeta Terra sta attraversando un momento molto delicato, unico nella sua storia. Tutti siamo chiamati ad agire per creare un futuro migliore. Fiat accetta la sfida, mettendo in campo il suo gioiello di famiglia: la 500. Perché 500 è, da sempre, al passo con i tempi e cambia quando cambiano i bisogni sociali. 

A Milano è stata presentata in anteprima mondiale la Nuova 500, la prima vettura di FCA nata full electric che cambierà le regole nel mondo dei veicoli a zero emissioni.
Per immaginare il futuro della 500, il marchio Fiat è partito da ciò che l’ha resa quella che è oggi. Così è stato per la prima generazione, quella che negli anni Sessanta ha dato alle persone mobilità e libertà. La 500 è stata un vero fenomeno di costume che si è imposta come love brand. Un’auto sempre sulla cresta dell’onda, che fin dalla sua nascita, 63 anni fa, ha saputo affermarsi come icona.

Con la seconda generazione, lanciata nel 2007, Fiat 500 ha introdotto nel mondo delle city car il concetto di coolness e di fascino, diventando un’icona di moda e di stile che dall’Italia ha conquistato il mondo. Un modello in continua evoluzione che, negli ultimi tredici anni, ha ispirato artisti, musicisti ed è stata protagonista con più di 30 serie speciali.

Ora, nel 2020, si è all’alba di una nuova era ed è tempo che Fiat 500 utilizzi tutta la sua popolarità per ispirare il cambiamento e diventare parte della soluzione.

Nel momento in cui la mobilità è chiamata a essere più sostenibile, connessa e autonoma, con normative sempre più stringenti, Fiat 500 entra nuovamente in gioco con la sua terza generazione, portando con sé il design e il piacere di guida: non si tratta di una semplice rivoluzione, bensì della “re-incarnazione” di uno spirito, quello che può ispirare il rinnovamento. Per una vera rivoluzione, infatti, non bastano normative e regolamentazioni, occorre qualcosa di iconico e bello: la Nuova Fiat 500.

Il cammino del cambiamento non lo si fa da soli. Occorrono partner altrettanto virtuosi che abbiano voglia di mettersi in gioco per migliorare il Pianeta condividendo valori e obiettivi. E Leonardo DiCaprio ha abbracciato il progetto della Nuova Fiat 500. La star mondiale che da più di vent’anni è coinvolta in prima persona nella difesa della Terra, è diventato endorser della vision della nuova city car elettrica e nel video manifesto “All-in” invita tutti a dare il proprio contributo così come ha fatto il marchio Fiat con 500.

Questa vision condivisa vede altri attori – Giorgio Armani, Bvlgari e Kartell – tre aziende icone del Made in Italy che insieme con il marchio Fiat hanno dato vita a una strategia dove la sostenibilità sposa l’eccellenza del saper fare, della creatività e dell’innovazione. Ecco come sono nate le One-off, i tre esemplari unici ed esclusivi della Nuova Fiat 500. Per realizzarle con Armani, Bvlgari e Kartell si è partiti dai valori dell’iconica 500, la city car di Fiat più conosciuta al mondo e da quelli che contraddistinguono la terza generazione. Fondendoli con i loro si sono creati tre esemplari unici della Nuova 500 contraddistinti da stile, creatività e artigianalità.

Veri e propri capolavori dell’ingegno italiano al pari di un’opera d’arte, le tre One-off sono state realizzate con la volontà e l’impegno di utilizzare materiali più sostenibili, naturali e riciclati.
In questa strategia volta a migliore il Pianeta s’inserisce il progetto delle aste benefiche: il ricavato della vendita dei tre esemplari unici di 500 Giorgio Armani, di B.500 “MAI TROPPO” di Bvlgari e di 500 Kartell sarà devoluto a una delle organizzazioni ambientaliste di Leonardo Di Caprio.

Per progettare la Nuova 500 gli ingegneri sono partiti da un foglio bianco, questo gli ha consentito di curare qualsiasi aspetto con la massima attenzione e di scegliere le migliori soluzioni.

Autonomia e tempi di ricarica sono due temi cruciali per i clienti. L’autonomia della Nuova 500 è fino a 320 km con ciclo WLTP, grazie alle batterie Lithium-Ion che hanno una capacità di 42kWh.

Per ottimizzare i tempi di ricarica la Nuova 500 è equipaggiata con il sistema fast charger da 85 kW che consente di ricaricare la batteria in tempi molto brevi. Ad esempio, per una riserva di energia sufficiente a percorrere 50 chilometri – più di quanto necessario nell’utilizzo medio giornaliero – sono necessari solo 5 minuti. E sempre grazie al fast charger, è possibile ricaricare l’80% della batteria in appena 35 minuti. La presa “Combo 2” posizionata sulla fiancata posteriore destra della vettura consente la ricarica sia in corrente alternata sia continua, abilitando quindi il fast charger.

Inoltre, si è pensato di offrire delle soluzioni anche per la ricarica domestica. L’edizione di lancio della nuova 500 comprende l’Easy WallboxTM, il sistema di ricarica domestica che permette di collegarsi alla normale presa di casa. È stato sviluppato da ENGIE EPS in esclusiva per FCA e sarà commercializzato in Europa da Mopar in concomitanza con il lancio del modello. Si tratta di una soluzione “plug&charge”, semplice, accessibile e facilmente gestibile via Bluetooth, che – senza necessità di alcun intervento da parte di personale specializzato – consente di ricaricare da subito a casa propria la propria 500 con una potenza di ricarica fino a 2,3 kW stabilizzando il carico energetico. Inoltre, l’Easy Wallbox è già predisposta per l’upgrade di potenza a 7,4 kW, permettendo la ricarica domestica completa in poco più di 6 ore. Il modello è dotato inoltre di cavo “Mode 3” che permette sia la ricarica domestica con Easy Wallbox sia quella da rete pubblica, fino a 11 kW.

La Nuova 500 è dotata di tre driving mode: Normal, Range e Sherpa selezionabili secondo lo stile di guida. In particolare la modalità Sherpa consente al guidatore di arrivare a destinazione ottimizzando le risorse disponibili. Il driving mode Sherpa interviene su più elementi per ridurre al massimo il consumo energetico della vettura, proprio per assicurare il raggiungimento della destinazione impostata sul navigatore o della colonnina di ricarica più vicina. Al pari di uno “sherpa himalayano”, che ha il controllo di tutta la spedizione e la indirizza alla meta, questa modalità di guida interviene su vari parametri: la velocità massima, che viene limitata a 80 km/h; la risposta all’acceleratore, in modo da ridurre il consumo di energia, e la disattivazione del sistema di climatizzazione e dei sedili riscaldabili.

La modalità “Normal” è quella che avvicina il più possibile la guida a quella di un veicolo con un normale motore a combustione. La modalità “Range” invece, attiva la funzione “one pedal drive”. Il pilota selezionando questo driving mode può guidare la Nuova 500 praticamente con il solo pedale dell’acceleratore. Infatti, al momento del suo rilascio il grado di decelerazione è molto più alto di quanto accade con un normale motore a combustione. Quasi come se intervenisse una azione frenante. In ogni caso è necessario intervenire sul pedale del freno per arrivare a uno stop completo. Tuttavia, nell’utilizzo giornaliero e con maggiore pratica si arriva a poter guidare utilizzando il solo pedale dell’acceleratore.

Il motore ha una potenza di 87 kW che consente la velocità massima di 150 km/h e una accelerazione in 9.0 secondi da 0-100 km/h, e di 3.1 secondi nello 0-50 km/h.

Ma l’auto del futuro non solo è una city car elettrica, fa uno step ulteriore: letteralmente va al livello successivo offrendo – prima vettura del suo segmento – la guida autonoma di livello 2 e portando tutti i vantaggi ad essa legati nella mobilità urbana.

La tecnologia di monitoraggio con telecamera frontale monitora longitudinalmente e lateralmente tutti i dintorni della vettura: il sistema iACC frena o accelera, facendo attenzione a tutto: auto, ciclisti, pedoni. Il Lane Centering mantiene la vettura al centro della corsia, quando vengono correttamente identificate le linee di demarcazione della stessa.

L’Intelligent Speed Assist, invece, legge i limiti di velocità e suggerisce al conducente di impostarli, mentre l’Urban Blind Spot attraverso sensori ultrasonici controlla gli angoli ciechi e avvisa con un segnale luminoso triangolare – che appare sullo specchietto laterale – se ci sono degli ostacoli. L’Attention Assist poi, mediante avvisi sul display, consiglia di fermarsi e di prendere una pausa quando si è stanchi. Infine, i sensori a 360 gradi offrono una drone view per evitare tutti gli ostacoli, quando si parcheggia e nelle manovre più complesse.

La 500 di terza generazione è la prima vettura FCA equipaggiata con il nuovo sistema di infotainment di quinta generazione UConnect 5, la piattaforma connessa realizzata per il futuro, disponibile con schermo da 10,25’’. Sviluppata con l’idea di fornire al cliente una user experience completamente rinnovata, FCA utilizza un sistema operativo Android Auto facile, intuitivo e incredibilmente personalizzabile. Per esempio, si possono configurare le modalità di visualizzazione delle funzioni e delle app tramite l’uso dei widget. Apple CarPlay è già disponibile in modalità wireless. Il sistema è predisposto per offrire la stessa modalità anche per Android Auto.

In sintesi, la Nuova 500 propone una perfetta integrazione con il proprio smartphone offrendo uno schermo touch ad alta definizione, con sviluppo orizzontale che si integra perfettamente nella plancia della vettura, seguendone le linee.

La Uconnect 5 combinata con il Telematic Box Module oltre a consentire la funzione obbligatoria di Emergency Call, offre una serie di servizi di connettività innovativi per il cliente.

My Assistant è un sistema di assistenza che consente al cliente di parlare con un assistente per richiedere soccorso in caso di panne e di ricevere supporto per la risoluzione di eventuali problemi. Il cliente riceverà inoltre via e-mail un rapporto grazie al quale potrà verificare lo stato attuale dell’auto.

My Remote consente al cliente di verificare dallo smartphone il livello di carica delle batterie; programmare la ricarica del veicolo nelle fasce orarie più convenienti; conoscere la posizione esatta dell’auto; bloccare e sbloccare le porte; accendere e spegnere le luci e programmare il sistema di climatizzazione.

My Car consente di controllare le condizioni della propria auto, verificando immediatamente dalla pressione pneumatici al programma di manutenzione.

My Navigation: tramite l’App mobile si può inviare la destinazione al navigatore dell’auto, identificare il percorso, verificare le condizioni del traffico, il meteo lungo il tragitto e le postazioni di rilevamento velocità; inoltre è possibile visualizzare i punti di ricarica situati nei pressi dell’auto individuando graficamente sulle mappe quelli raggiungibili in base all’attuale livello di carica della batteria. Le mappe saranno sempre aggiornate grazie all’aggiornament via etere.

My Wi-Fi è un vero hot-spot che connette alla rete fino a 8 dispositivi elettronici contemporaneamente come se fossi a casa. My Wi-Fi consente inoltre di interagire con la propria auto grazie alla tecnologia di assistenza vocale di Amazon Alexa, leader del settore.

My Theft Assistance: grazie a questo servizio, il cliente viene immediatamente avvisato in caso di furto dell’auto. Nel momento in cui il furto viene confermato dalle forze dell’ordine, l’assistenza clienti sicurezza fornirà supporto per il suo ritrovamento.

La Nuova 500 nasce, dunque, perfettamente connessa: dialoga con il guidatore dentro e fuori dall’auto, permette di impostare in anticipo il percorso di navigazione, di trovarla climatizzata all’arrivo. E una volta aperta l’auto, il cellulare sarà connesso in soli 5 secondi e non sarà più necessario utilizzare il cavo di ricarica.

La versione di lancio vanta anche il sistema di interazione Natural Language con riconoscimento vocale avanzato, che permette di dialogare con la vettura controllando i parametri, impostando il climatizzatore e scegliendo la musica preferita.

Anche sul fronte dello stile la Nuova 500 interpreta all’italiana la futura mobilità, raccogliendo una considerevole eredità, quella delle due generazioni precedenti. Perché non bisogna mai dimenticare che la Nuova 500 è sempre lei, l’iconica city car con le stesse proporzioni stilistiche e un design pulito, segno del nostro tempo. Classica, cool e forte di una storia lunga 63 anni. Nel disegnarla, il Centro Stile Fiat ha lavorato sulla pulizia dei segni e su una coerenza di linguaggio per arrivare a definire le linee della terza generazione: essenziali, evolute, più sinuose ed eleganti sebbene compatte, plasmate su un’impostazione più proporzionata del nuovo telaio. Ciò rende i volumi accattivanti conferendo la percezione di accresciuta stabilità e presenza dimensionale.

Altra esigenza è stata quella di connotare subito il nuovo modello con un logo 500 dedicato che per la prima volta compare al centro dello scudo frontale, prendendo il posto del logo Fiat. Sul posteriore l’attuale logo 500 mantiene la sua continuità col passato, trasformandosi in una versione dedicata all electric: contraddistinto ed impreziosito da un contorno “Light Blue”, l’ultimo zero muta in una “E” con un gioco di disegno e colore.   

Nella Nuova 500 tutti gli elementi dello stile sono semplicemente più discreti, più sobri, più freschi. Il frontale, verticale come nel 1957, è meno sfuggente, quasi rivolto verso la strada ed è stata accentuata la sensazione di dinamicità della vista laterale. La linea di taglio che nella prima generazione separava il volume del cofano dai proiettori circolari oggi reinterpreta quella separazione dividendo l’ellisse del proiettore scomposto con ciglio sul cofano. I fari dalla forma leggermente più ellittica e sempre iconica sono tecnologici e moderni, conferendo uno “sguardo” più accattivante, mentre la maniglia della portiera, totalmente a filo superficie, presenta un vano per l’apertura elettrica. Un’auto con il sorriso che anche nella terza generazione non perde di vista la sua connotazione “spensierata” espressa dal frontale empatico.

Lo stesso spirito creativo si ritrova anche nelle forme. Grazie alla sostanza della nuova piattaforma la terza generazione di 500 ha acquisito una presenza incredibile: più larga di 6 centimetri e più lunga di altrettanti 6 cm ha 2 centimetri di passo in più e ruote più grandi che le conferiscono più personalità e una maggiore abitabilità, pur restando sotto i quattro metri di lunghezza.

All’interno, la 500 elettrica si presenta completamente nuova ed elegante, con chiari rimandi ad elementi presenti nella prima generazione. Al pari di un interior designer il Centro Stile ha arredato gli interni distribuendo gli ingombri in modo efficiente, all’insegna della semplicità formale, della pulizia estetica e della chiarezza visiva, come dimostra la larga e snella fascia plancia e la realizzazione di soluzioni modulari portaoggetti tra i due sedili anteriori, dove prima trovava posto il mobiletto del cambio, a tutto vantaggio di una importante abitabilità percepita. C’è più spazio dietro le spalle e per le gambe, mentre il fondo piatto consente l’alloggiamento delle batterie al litio senza impattare sulla capienza del bagagliaio che rimane invariato. Il risultato è un ambiente molto curato, sobrio e con linee essenziali, armonioso e all’insegna della sostenibilità. Così come per la Fiat 500 ibrida anche la versione elettrica, a seconda degli allestimenti, presenta sia i sedili realizzati utilizzando il filato “Seaqual” derivato dalla plastica recuperata dal mare sia quelli che fanno largo uso di eco-leather al posto della vera pelle.

Fiat 500 da sempre è sinonimo di emozioni. E anche la terza generazione è pronta a stupire prima ancora di premere il tasto di avvio. La nuova 500 esordisce nella versione cabrio: la prima open-air a quattro posti e zero emissioni: tutto aperto, tutto elettrico, tutto silenzioso. Perché un’icona della Dolce Vita non poteva che rinascere così, per sprigionare tutto il suo fascino nelle forme come nei suoni. E a proposito di suoni ecco un’altra unicità della nuova city car, che sarà disponibile successivamente: per l’AVAS, l’avviso acustico per i pedoni la scelta non è ricaduta su un banale segnale acustico bensì sulla musica di Amarcord di Nino Rota in puro stile Dolce vita e nel segno della più autentica creatività italiana.

Un sogno che diventa realtà: la launch edition “la Prima”, un’edizione limitata pensata per il lancio della Nuova 500 che si contraddistingue per stile, esclusività, tecnologia e connettività.

Lo Stile. È chiaramente una 500 e come tale non può prescindere dall’incarnare stile e cura di tutti i dettagli. Inoltre è elettrica quindi sostenibile, e anche nella scelta dei colori ci si è ispirati alla natura e ai suoi elementi fondamentali. La Prima, infatti, è disponibile in tre colori: Mineral Grey che ricorda la Terra, Ocean Green che rappresenta il mare, e Celestial Blue come omaggio al cielo.

La versione di lancio presenta poi, fari full led, rivestimenti in eco-leather, cerchi da 17” diamantati e inserti cromati sui finestrini e sulla fiancata.

Chi vuole per primo la Nuova 500 “la Prima” vuole che tutti i dettagli siano esclusivi: la Capote Monogram FIAT e il badge numerato “1 di 500” affiancato dal nome del Paese in cui l’auto è stata acquistata per le prime 500 unità vendute.

Share Button