Print Friendly, PDF & Email

Volvo Cars e Northvolt apriranno un centro congiunto di ricerca e sviluppo a Göteborg nell’ambito di un investimento di 30 miliardi di corone svedesi nello sviluppo e nella produzione di batterie. Il centro di ricerca e sviluppo, che diventerà operativo nel 2022, creerà alcune centinaia di posti di lavoro a Göteborg e posizionerà Volvo Cars come uno dei pochi marchi automobilistici a rendere lo sviluppo e la produzione di celle della batteria parte delle sue capacità ingegneristiche end-to-end. A seguito della partnership annunciata da entrambe le società all’inizio di quest’anno, Volvo Cars e Northvolt hanno firmato questa settimana un accordo vincolante per creare una joint venture per lo sviluppo e la produzione sostenibile di batterie per la prossima generazione di auto Volvo puramente elettriche. L’istituzione del nuovo centro di ricerca e sviluppo a Göteborg sarà seguita dalla costruzione di un nuovo stabilimento di produzione in Europa. Produrrà celle per batterie all’avanguardia di prossima generazione, sviluppate specificamente per l’uso nelle vetture Volvo e Polestar puramente elettriche di prossima generazione.

L’ubicazione esatta dell’impianto dovrebbe essere confermata all’inizio del 2022. Il centro di ricerca e sviluppo sarà nelle immediate vicinanze delle attività di ricerca e sviluppo di Volvo Cars e del campus di innovazione Northvolt, Northvolt Labs, a Västerås, in Svezia, garantendo sinergie ed efficienze durante lo sviluppo delle tecnologie delle batterie.

“La nostra partnership con Northvolt garantisce la fornitura di batterie di alta qualità prodotte in modo sostenibile per la prossima generazione di Volvo esclusivamente elettriche”, ha affermato Håkan Samuelsson, amministratore delegato di Volvo Cars. “Rafforzerà le nostre competenze chiave e la nostra posizione nella trasformazione in una società di auto completamente elettriche”.

La partnership si concentrerà sullo sviluppo di batterie su misura che diano ai conducenti Volvo ciò che desiderano, come autonomia e tempi di ricarica rapidi. Volvo Cars sta lavorando con Northvolt per creare un vero sistema end-to-end per le batterie, in base al quale sviluppa e costruisce le batterie stesse. Questa profonda integrazione verticale è importante poiché la batteria rappresenta il più grande componente di costo individuale in un’auto elettrica, nonché una parte importante dell’impronta di carbonio.

“Volvo Cars è un partner eccellente sulla strada verso la creazione di una fornitura di celle della batteria prodotte in Europa con un’impronta di carbonio molto bassa e ottimizzate attraverso l’integrazione del veicolo per ottenere le migliori prestazioni dai veicoli elettrici di prossima generazione”, ha affermato Peter Carlsson, amministratore delegato di Northvolt. Per quanto riguarda il loro impianto di batterie congiunto, Volvo Cars e Northvolt sono nella fase finale di un processo di selezione per trovare una sede adeguata in Europa.

L’impianto avrà una capacità potenziale annua fino a 50 GWh, che fornirebbe batterie per circa mezzo milione di auto all’anno. Inizierà la costruzione nel 2023, con una produzione su larga scala nel 2026 e si prevede che impiegherà fino a 3.000 persone. Oltre agli accordi di fornitura delle batterie, la partnership con Northvolt soddisfa le esigenze europee di celle della batteria che fanno parte degli ambiziosi piani di elettrificazione di Volvo Cars. Mira a vendere il 50% di auto elettriche pure entro la metà di questo decennio e entro il 2030 mira a vendere solo auto completamente elettriche. La partnership con Northvolt è fondamentale per l’ambizione di Volvo Cars di diventare leader nel segmento delle auto elettriche premium e vendere solo veicoli esclusivamente elettrici entro il 2030. Rappresenta anche un passo importante nel rafforzamento delle capacità di sviluppo di Volvo Cars.

Share Button