Print Friendly, PDF & Email

In concomitanza con la conferenza preparatoria per il Vertice sul clima delle Nazioni Unite del 2019 ad Abu Dhabi, il Consiglio supremo dell’energia di Dubai ha annunciato che le emissioni nette di CO2 di Dubai sono diminuite nella misura del 19% rispetto a uno scenario BAU e del 10% rispetto all’obiettivo della Strategia di riduzione del carbonio del 2021 volta al conseguimento di una riduzione del 16% delle emissioni di carbonio entro il 2021.
È dal 2011 che il Consiglio supremo dell’energia di Dubai sta monitorando le emissioni di carbonio a Dubai utilizzando la metodologia di monitoraggio, segnalazione e verifica delle Nazioni Unite.
Questa piattaforma dettagliata e incentrata sui dati ha permesso ai decision maker di Dubai di ottimizzare la loro strategia ed è stato fondamentale per altre iniziative e progetti come il Mohammed bin Rashid Al Maktoum Solar Park, il Fondo verde, la World Green Economy Organization, Shams Dubai e Iniziative di veicoli elettrici.
I dati degli ultimi anni hanno registrato un calo del consumo annuo pro-capite di elettricità e acqua a Dubai. Il consumo annuo pro-capite di elettricità è sceso da 13.626 kwh nel 2015 a 11.731 kwh nel 2018 e si prevede che raggiunga i 10.538 kwh entro il 2025. Il consumo annuo pro-capite di acqua è diminuito da 38554 IG a 33.565 IG nel 2018. Si prevede di raggiungere 28.455 IG nel 2025.
Gli Emirati Arabi Uniti hanno registrato un miglioramento del 60% portando le emissioni pro capite a 15,7 tCO2 nell’ultimo MRV compilato, ben al di sotto della classifica USA di 16,5 tCO2 pro capite.
“Siamo onorati di questi risultati mentre ci sforziamo di raggiungere la visione della nostra saggia leadership. Dubai ha preso i primi passi per conservare le risorse naturali, aumentare il contributo dell’energia pulita e attuare piani di sviluppo verdi coerenti con le nostre strategie a livello federale e locale, tra cui UAE Centennial 2071 e UAE Vision 2021. Dubai è stata un pioniere nel L’attuazione di programmi e iniziative che contribuiscono a ridurre l’impronta di carbonio e la ricerca di un futuro più verde sta dimostrando la sua validità”, ha affermato SE Saeed Mohammed Al Tayer, Vice Presidente del Consiglio Supremo di Dubai sull’energia.

Share Button